DAEA

DAEA Dipartimento Ambiente Energia Agricoltura

Il Dipartimento nasce dalla multidisciplinarietà degli afferenti a Bioarchitettura Ricerca. Ha lo scopo di partecipare a bandi di ricerca promossi dalla Regione, dal MIUR e dall'Unione Europea. Nel dipartimento operano diversi laboratori di ricerca e di servizio per attività di consulenza sul territorio. In attivo diversi protocolli d'intesa per la riqualificazione ambientale. Utilizzare i princìpi della bioarchitettura significa elevare il livello di sostenibilità ambientale e contemporaneamente incrementare quello della qualità della vita nelle nostre città. Gli obiettivi che si prefiggono i nostri ricercatori sono regolati da princìpi di ecosostenibilità e biocompatibilità che pongono l'essere umano al centro della progettazione e riqualificazione urbana. Intervenendo sul costruito si mira in primo luogo a far fronte al grave problema rappresentato dall'inquinamento indoor proprio degli ambienti chiusi sindrome dei cosiddetti "edifici malati", puntando a rendere performanti i fabbricati esistenti e di nuova costruzione attraverso l'applicazione del protocollo di certificazione energetico-ambientale. Gli ambiti di ricerca sono - Tutela e vigilanza ambientale - Valutazione Ambientale Strategica e Valutazione Impatto Ambientale - Demanio marittimo - Difesa del suolo - Protezione del patrimonio naturale - Tutela dall'inquinamento- Parchi e riserve naturali regionali - Vigilanza sugli enti di settore - Energia rinnovabile - Risparmio energetico - Certificazione energetico ambientale dei fabbricati - Sistemi energetici integrati da fonti rinnovabili applicate - programmazione e coordinamento interventi nel settore agricolo, zootecnico, agroalimentare, rurale e forestale - Interventi strutturali ed infrastrutturali in agricoltura - Valorizzazione settore agroalimentare - Trasformazione industriale dei prodotti agricoli - Demanio trazzerale - Usi civici - Pesca.

Organizzazione

L'INBAR Siracusa oggi IBAR Istituto di Bioarchitettura e Ricerca, in qualità di Partner, si è classificato al primo posto per il bando promosso dal MIUR che ha visto come capofila l'Università Mediterranea di ReggioCalabria. Il progetto di Contamination Lab presentato dalla Mediterranea nell'ambito della linea 4 del bando Start-Up, pubblicato dal MIUR il 13/03/2013, ha conseguito il maggior punteggio nella graduatoria generale. Il progetto ha previsto la creazione, all'interno dell'Università, di spazi fisici e virtuali: - che promuovono la cultura dell'imprenditorialità, dell'innovazione e del fare impresa in un modo nuovo, puntando su ciò che di buono può scaturire dalla contaminazione tra studenti locali provenienti da diverse discipline e di studenti provenienti da altre realtà - sia italiane che straniere; - che favoriscono la diffusione delle importanti risorse (umane e di know-how) attualmente presenti in ambito scientifico universitario;- che configurano un luogo di riferimento in cui poter effettuare l'analisi, la pre-valutazione e lo sviluppo di business plan di proposte d'idee progettuali innovative.

Ambiente                 Ph.D. Valeria Coco

Al Dipartimento dell'Ambiente sono attribuiti i seguenti compiti di ricerca: Tutela e vigilanza ambientale.- Valutazione Ambientale Strategica e Valutazione Impatto ambientale.- Demanio marittimo.- Difesa del suolo.- Protezione del patrimonio naturale.- Tutela dall'inquinamento.- Parchi e riserve naturali regionali.- Vigilanza sugli enti di settore.

Energia          Ph.D. Massimo Gozzo

Sono attribuiti i seguenti ambiti di ricerca: Energia rinnovabile; Risparmio energetico; Certificazione energetico ambientale dei fabbricati; Sistemi energetici integrati da fonti rinnavabili applicate.

Agricoltura          Ric. Paolo Guarnaccia

Sono attribuiti i seguenti ambiti di ricerca: Programmazione e coordinamento interventi nel settore agricolo, zootecnico, agroalimentare, rurale e forestale.- Interventi strutturali ed infrastrutturali in agricoltura.- Valorizzazione settore agroalimentare.- Trasformazione industriale dei prodotti agricoli.- Demanio trazzerale.- Usi civici.- Pesca.

© 2020 IBAR Istituto di BioArchitettura e Ricerca  Via San Martino della battaglia 47, 96010 Priolo Gragallo (SR) CF: 930 624 108 94
Creato con Webnode
Crea il tuo sito web gratis!